Villaggio Globale

Villaggio Globale, mediante un sistema di articoli connessi fra loro e scritti da scienziati, docenti universitari o da divulgatori specializzati, affronta su argomenti monotematici i problemi che preoccupano l’attuale società e stanno mettendo in pericolo la vivibilità delle generazioni future.

Disegno di legge di Giunta

Basilicata - La Riserva dei Calanchi si farà

Per tutelare e conservare le caratteristiche paesaggistiche, geomorfologiche, stratigrafico-paleontologiche e vegetazionali del territorio. L'assessore Mancusi: «Crediamo fortemente nel progetto»

Tutelare e conservare le caratteristiche paesaggistiche, geomorfologiche, stratigrafico-paleontologiche e vegetazionali del territorio: questo l'obiettivo dell'istituzione della riserva naturale dei «Calanchi di Montalbano Jonico», il cui territorio ricade interamente nel comune di Montalbano Jonico, prevista in un disegno di legge della Giunta.

Il provvedimento, varato su proposta dell'assessore all'Ambiente Agatino Mancusi, prevede l'istituzione della riserva naturale speciale finalizzata alla tutela e salvaguardia di aspetti paesaggistici di particolare pregio, caratterizzati da versanti collinari la cui azione erosiva ha dato luogo a tipiche forme calanchive, ma anche a preservare e proteggere le specie vegetali e animali tipiche dell'area ricostituendo i loro habitat e reintroducendo quelle in vie di estinzione.

A gestire la riserva, secondo quanto previsto nel Ddl, sarà l'Amministrazione provinciale di Matera la quale dovrà redigere il «programma di gestione» e trasmetterlo alla Regione per la conseguente approvazione. In questo processo si avvarrà della consulenza tecnica dell'ufficio regionale preposto e del Comitato scientifico regionale per l'Ambiente. L'Amministrazione provinciale di Matera la quale dovrà redigere il «programma di gestione» e trasmetterlo alla Regione per la conseguente approvazione.

L'Amministrazione provinciale si occuperà inoltre, previa intesa con le amministrazioni interessate, della gestione del patrimonio forestale e degli immobili ricadenti nell'area della riserva, necessari alla funzionalità ed all'attività gestionale della stessa.

Per tutti gli interventi che saranno previsti nel programma di gestione relativi alle opere di risanamento dell'acqua, dell'aria e del suolo, di conservazione e restauro ambientale ed alle attività culturali nei settori di interesse delle riserve, è prevista priorità nella concessione di finanziamenti statali, regionali e comunitari.

Quanto agli aspetti di tutela, sull'intero territorio della riserva, la cui particolareggiata perimetrazione è stata approvata dal consiglio comunale di Montalbano, sarà fatto divieto di:

  • raccogliere ed asportare materiali inerti, minerali organismi vegetali o animali vivi o morti se non per documentate esigenze di studio autorizzate,

  • eseguire opere di trasformazione del territorio e cambiamenti di destinazione in contrasto con le finalità della riserva;

  • aprire cave e discariche, nuove strade e/o allargare quelle esistenti;

  • effettuare la prospezione, ricerca ed estrazione di idrocarburi liquidi e gassosi;

  • impiegare nell'attività agro-silvo-pastorale sostanze chimiche di sintesi costituenti grave pericolo per i valori ambientali.

«La riproposizione del provvedimento che si era arenato nella scorsa consiliatura - ha spiegato l'assessore Mancusi - è la chiara espressione della volontà della Regione Basilicata di portare a compimento questo progetto. Crediamo fortemente che l'area dei Calanchi debba essere sottoposta a tutela e che questa peculiarità del territorio possa anche rappresentare un'occasione di sviluppo per le comunità con la valorizzazione di paesaggi unici».

 

(Fonte Regione Basilicata)

Tags: